FUTURE USA DEBOLI: MANCANO I TRADER EUROPEI

1 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A tre ore dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono tutti moderatamente negativi.

Sul mercato mancano i trader europei fermi per la festivita’ del primo maggio. Gli scambi sui contratti proseguono quindi a marcia ridotta in attesa degli investitori americani.

Sul fronte macro da monitorare l’indice nazionale dei direttori degli acquisti per il settore manifatturiero, relativo al mese di aprile. Dopo la delusione di ieri portata dall’anticipo sull’area di Chicago, in pochi si fanno illusioni su una possibile sorpresa positiva. Il dato dovrebbe essere nettamente al di sotto di quota 50.

Tra le trimestrali da monitorare: Exxon Mobil (prima dell’apertura del mercato) e Walt Disney (dopo la chiusura).

Alle 12:30 (le 6:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 2,60 punti (-0,28%), a 913,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq scende di 3,00 punti (-0,27%), a 1.101,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 22 punti (-0,26%), a 8.431 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 100-07 e rendimenti al 3,85%.

 

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA