FUTURE USA ANTICIPANO APERTURA CON IL SEGNO MENO

27 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future americani continuano a rimanere in rosso.

A tenere banco e’ la sensazione che la guerra durera’ mesi, invece di poche settimane, avallata, tra l’altro, dalla dichiarazione di alcuni ufficiali militari americani riportata nel “Washington Post”.

Di poco aiuto i dati relativi al Pil del quarto trimestre e ai sussidi di disoccupazione .

Il dato relativo al Prodotto interno lordo non ha rivelato sorprese, segnalando una crescita dell’1,4%. Positivi i sussidi, scesi di 25.000 unita’.

Alle 15:00 (le 8:40 ora di New York), perde 8 punti (-0,91%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in ribasso di 11 punti (-1,03%).

Il contratto sull’indice Dow Jones è in calo di 70 punti (-0,85%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 99,28 e rendimenti al 3,89%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA