FUTURE: SUI MERCATI USA TORNANO GLI ORDINI BUY

16 Settembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono positivi.

Dopo le ultime sedute deludenti, sui mercati Usa tornano gli acquisti, alimentati dalle aspettative ottimistiche degli operatori sui dati economici. Molto attesi sono i dati sui prezzi al consumo di agosto, in calendario alle 14:30.

Nonostante l’inflazione resti sotto controllo, gli operatori terranno d’occhio il dato per avere piu’ elementi per valutare le possibili mosse della Fed sulla politica monetaria.La Banca Centrale Usa si riunira’ martedi’ prossimo per prendere le decisioni sui tassi. Il mercato da’ gia’ per scontato un aumento di 25 punti base.

In mattinata sono inoltre attesi i dati settimanali sulle nuove richieste di sussidi di disoccupazione e quelli di agosto sull’attivita’ manifatturiera nell’area di Philadelphia (Philly Fed).

Continua tuttavia a preoccupare gli operatori l’andamento del prezzo del petrolio. La quotazione del greggio e’ in aumento di 56 centesimi a $44.15 al barile. Pesano gli effetti dell’uragano Ivan, che ha colpito la regione Usa del Golfo del Messico.

Sul fronte societario, non ci sono grandi aziende che ogi pubblicano utili. Le preoccupazioni su una contrazione dei profitti continuano a frenare le decisioni di investimento. Il warning di Coca-Cola sui risultasti del secondo semestre mercoledi’ ha condizionato pesantemente l’andamento dei listini.

Alcune pressioni sono presenti sul settore hi-tech, dopo il downgrade di una banca sulla societa’ di infrastrutture telecom Qualcomm. Cattive notizie, inoltre, per la compagnia aerea Delta Airlines: gli auditor hanno messo in dubbio la possibilita’ che l’azienda possa sopravvivere.

Sugli altri mercati, sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.17%. L’oro guadagna $0.7 a $407.50 all’oncia e il dollaro viene scambiato a 1.2155 contro l’euro.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in aumento di 1.4 punti (+0.12%) a 1122 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 guadagna 0.50 punti (+0.04%) a 1423.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 15 punti (+0.15%) a 10244 punti.