FUTURE: SI PREANNUNCIA UN AVVIO DI SETTIMANA CAUTO

18 Gennaio 2005, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono leggermente negativi.

Sui mercati pesa l’improvvisa impennata del petrolio, balzato ai massimi di sette settimane. Il prezzo del greggio in questo momento e’ in aumento di 91 centesimi a $49.29 al barile. A spingere la quotazione del petrolio l’improvvisa ondata di freddo che ha colpito la regione nord-orientale degli Stati Uniti.

Intanto procede la stagione degli utili societari. Il colosso finanziario Bank of America ha riportato risultati trimestrali miglioremigliori delle stime degli analisti. Molto attesi sono i numeri di IBM e Yahoo, che pubblicheranno il bilancio questa sera dopo la chiusura delle borse.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte economico, alle 14:30 ora italiana e’ in calendario il dato sul New York Empire State index. L’indicatore fornisce una misura sull’andamento dell’attivita’ manifatturiera nell’area di New York.

Sugli altri mercati, sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.22%. L’oro cede $0.3 a $423 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.3062 contro il dollaro.

Alle 13:40 (le 7:40 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in calo di 1.10 punti (-0.09%) a 1182.7 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 6 punti (-0.19%) a 1559.5.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 15 punti (-0.14%) a 10532 punti.