FUTURE SEMPRE PIU’ IN ALTO DOPO I DATI MACRO

6 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa incrementano ancora i guadagni rispetto alla precedente rilevazione.

A far incrementare i guadagni sui contratti sugli indici USA, oltre alle notizie dell’offerta di Oracle su PeopleSoft, i dati sul mercato del lavoro, meno deludenti del previsto.

Il numero di posti del settore non agricolo persi nel mese di maggio e’ stato “solo” di 17.000 unita’, contro le 30.000 attese (ma qualcuno si spingeva addirittura a prevedere un calo di 46.000 unita’). Rivisto al ribasso il dato di aprile.

Sempre sul fronte macroeconomico, a un’ora dalla chiusura dei mercati saranno resi noti i dati sul credito al consumo di aprile.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 7,90 punti (+0,80%), a 998,60 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 21,00 punti (+1,70%), a 1.255,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 75 punti (+0,83%), a 9.115 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 102,15 e rendimenti al 3,34%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA