FUTURE: REAZIONE NEGATIVA AI DATI MACROECONOMICI

29 Aprile 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’apertura delle borse, i future sugli indici Usa sono negativi.

La reazione ai dati economici pubblicati in mattinata e’ stata moderatamente negativa. Nel primo trimestre 2004 l’economia americana e’ cresciuta a un tasso del 4.2%, livello inferiore alle attese degli economisti (+5%).

Migliore delle stime, invece, il dato sulle richieste di sussidi di disoccupazione, sceso di 18.000 unita’ a quota 338.000. Le stime erano per un valore di 343.000.

Oltre alla delusione sulla crescita inferiore alle attese dell’azienda America, sui mercati continuano a pesare le preoccupazioni di un rallentamento dell’economia cinese. Al fine di evitare un surriscaldamento dell’economia, le autorita’ del Paese hanno imposto ad alcune banche minori di interrompere l’attivita’ di prestito per alcuni giorni.

Sul fronte societario, ancora buone notizie per quanto riguarda gli utili. Risultati trimestrali migliori delle attese li hanno riportato Dow Chemical, DaimlerChrysle, Time Warner ed ExxonMobil.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 6.6 punti (-0.59%) a 1.116,8 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 cede 12.5 punti (-0.86%) a 1.445.5 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in calo di 53 punti (-0.51%) a 10.290.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4.48%. Sul fronte valutario, nella prima mattinata a New York il cambio euro/dollaro e’ 1.1890.