FUTURE: L’ATTENZIONE RESTA CONCENTRATA SUL GREGGIO

7 Ottobre 2004, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono negativi.

Anche oggi e’ il petrolio a condizionare pesantemente il clima dei mercati. Il prezzo del greggio sul mercato elettronico e’ in rialzo di 42 centesimi a $52.44 al barile, dopo aver raggiunto un nuovo massimo storico a $52.53. Dall’inizio anno l’aumento dei perzzi petroliferi e’ del 60%.

Sul fronte economico, alle 14:30 ora italiana saranno pubblicati i dati settimanali sulle nuove richieste di sussidi di disoccupazione. Cresce nel frattempo l’attesa degli operatori sul dato di settembre sull’occupazione, in calendario venerdi’. Gli economisti stimena in media un aumento del numero degli occupati di 150.000 unita’.

Passando al settore societario, dopo la chiusura delle borse pubblichera’ gli utili il colosso dell’alluminio Alcoa. E’, come di consueto, la prima societa’ del Dow Jones a pubblicare i risultati trimestrali.

Sugli altri mercati, sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.22%. L’oro cede $0.50 a $419.50 all’oncia e il dollaro viene scambiato a 1.2290 contro l’euro.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in calo di 1.60 punti (-0.16%) a 1141 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 cede 4.50 punti (-0.30%) a 1474.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’in calo di 15 punti (-0.15%) a 10222 punti.