FUTURE IN ROSSO TORNA LA VOGLIA DI TREASURY

26 Settembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono in ribasso.

Sul fronte macroeconomico, prima dell’apertura del mercato, sono attesi i dati definitivi sulla crescita del PIL del secondo trimestre. A meno di grosse sorprese dovrebbe essere confermato il +3,1% della versione preliminare.

A borsa appena aperta saranno resi noti i dettagli sulla fiducia dei consumatori rilevata dall’Universita’ del Michigan per il mese di settembre (dato rivisto). Le attese sono per un numero molto vicino a quello precedente, 88,5 contro 88,2. Solo uno scostamento sostanziale dalle previsioni dovrebbe influenzare il comparto equity.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 3.20 punti (-0,32%), a 994,60 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 6,00 punti (-0,45%) a 1.313,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 15 punti (-0,16%) a 9.265 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,08%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA