FUTURE IN RIALZO DOPO I DATI MACROECONOMICI

28 Agosto 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono in terreno positivo e in miglioramento rispetto alla precedente rilevazione.

Il dato preliminare (il secondo) sul PIL del secondo trimestre, migliore delle attese ha contribuito a migliorare il clima della preapertura della Borsa USA.

Nonostante i numeri siano positivi, sono migliorati sia quelli relativi ai consumi che soprattutto quelli sugli investimenti produttivi, i future non hanno spiccato comunque il volo.

Il motivo e’ in parte dovuto a delle nuove richieste sussidi alla disoccupazione meno favorevoli del previsto. Va ricordato inoltre che i dati sul PIL hanno abituato il mercato ad una forte volatilita’ che non autorizza ad eccessi di ottimismo.

Alle 14:42 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 1.60 punti (+0,16%), a 997,30 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 3,50 punti (+0,26%) a 1.323,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 18 punti (+0,19%) a 9.341 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,50%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA