FUTURE IN CALO MA SENZA GRANDI TIMORI

19 Settembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani cedono terreno rispetto alla precedente rilevazione. Tutti i contratti in rosso.

In mancanza di dati macroeconomici di rilievo, la giornata sara’ dominata dalle scadenze tecniche sul mercato dei derivati. Oggi terminano i contratti future e le opzioni sugli indici e sui singoli titoli, le tre streghe, oggi diventate quattro dopo l’introduzione dei future sulle azioni.

Nessuna sorpresa se dopo una serie di rialzi si dovesse assistere ad una giornata di ribasso. Arrivati a questo punto gli stessi operatori ritengono una pausa di assestamento salutare.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 0.50 punti (-0,05%), a 1036,80 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in ribasso di 2,00 punto (-0,14%) a 1.398,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 15 punti (-0,15%) a 9.610 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,14%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA