FUTURE: IL RAPPORTO SULL’OCCUPAZIONE SCATENA I BUY

5 Novembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

A quasi un’ora dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono passati in netto rialzo.

Gli ordini di acquisto si sono scatenati in seguito agli ottimi dati sull’occupazione. Nel mese di ottobre i posti di lavoro negli Stati Uniti sono saliti di 337.000 unita’. Il numero e’ nettamente migliore di quello previsto dal mercato. Gli economisti si aspettavano in media un aumento di 175 posti di lavoro. Rivisti al rialzo anche i dati relativi ad agosto e settembre.

Gli ultimi dati sull’occupazione, fino a questo momento anello debole della ripresa americana, stanno iniettando ulteriore fiducia nelle prospettive dei mercati azionari. Nelle ultime giornate i listini hanno ripreso con una certa decisione la via dei rialzi, favoriti dalla rielezione di Bush (che cancella le incertezze legate a una nuova amministrazione) e dal calo del petrolio.

Sul fronte societario, riflettori accesi sul comparto telecom, dopo che Verizon Wireless ha annunciato che acquistera’ le licenze di NextWave Telecom per $3 miliardi. Buone notizie dal comparto hi-tech, con gli utili migliori delle attese del gruppo di chip Nvidia. In netto calo nel preborsa la societa’ Novell, a causa della partenza del vice presidente Chris Stone.

Sugli altri mercati, sono passati in rosso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.19% contro il 4.07% della chiusura di giovedi’. L’oro cede $4.20 a $426.60 all’oncia, il petrolio guadagna 6 centesimi a $48.88 e il dollaro viene scambiato 1.2803 contro l’euro.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in aumento di 6.70 punti (+0.58%) a 1167 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in aumento di 19 punti (+1.25%) a 1534.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in progresso di 59 punti (+0.59%) a 10360 punti.