FUTURE: I CONTRATTI PROVANO A RIALZARE LA TESTA

25 Gennaio 2005, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici Usa sono positivi.

Dopo il pesante selloff delle ultime giornate, che ha spinto i listini americani ai minimi da novembre, tra gli operatori cresce la sensazione che la recente correzione sia stata eccessiva.

Secondo molti commentatori di mercato, infatti, il movimento degli indici e’ stato troppo pronunciato ed e’ avvenuto troppo in fretta.

Al clima favorevole di oggi contribuisce in primo luogo il calo del petrolio. Il prezzo del greggio e’ sceso sotto i $49 al barile, condizionato dal miglioramento delle condizioni climatiche nella regione nord-orientale degli Usa e dalla disponibilita’ del Kuwait a lasciare la produzione invariata.

Alla direzione che prenderanno gli indici nel corso della seduta contribuiranno anche i dati economici. In particolare, molto attesi sono il rapporto sulla fiducia dei consumatori e il dato sulle vendite di case esistenti. Entrmbi gli indicatori saranno pubblicati alle 16:00 ora italiana.

Sul fronte societario, ha riportato utili migliori delle attese il gruppo e-commerce Netflix. Il titolo ha registrato un forte rialzo nell’after hour di lunedi’. Buoni, inoltre, i numeri di Schlumberger, prima societa’ al mondo nel settore dei servizi petroliferi. Sotto pressione, invece, PalmOne. Sul titolo pesano le dimissioni annunciate dal chief executive Todd Bradley.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in lieve ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.13% contro il 4.12% della chiusura di lunedi’. L’oro cede $1.5 a $425.6 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.3036 contro il dollaro.

Alle 13:40 (le 7:40 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in progresso di 4.6 punti (+0.39%) a 1170.8 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 7.5 punti (+0.50%) a 1498.5.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 36 punti (+0.35%) a 10419 punti.