FUTURE: I CONTRATTI ESTENDONO I GUADAGNI

24 Gennaio 2005, di Redazione Wall Street Italia

A quasi un’ora dall’apertura delle borse i future sugli indici americani estendono i guadagni.

Dopo i selloff delle ultime giornate, che hanno portato i listini ai minimi del 2005, sui mercati Usa tornano gli aquisti. Molti operatori giudicano eccessiva la recente correzione e approfittano della situazione di ipervenduto per accumulare posizioni.

Favoriscono il clima positivo dei mercati le attese di una trimestrale robusta da parte del colosso delle carte di credito American Express. Buoni nel frattempo i risultati pubblicati dalla societa’ di casino’ Station Casinos.

Il Wall Street Journal riporta che il colosso dei pc Hewlett-Packard sta considerando una ristrutturazione manageriale attraverso la quale redistribuire alcune mansioni coperte dal CEO Carly Fiorina ad altri “executives” del gruppo. Restando nel panorama inforatico, potrebbero esserci problemi per la vendita della divisione dei PC da parte di IBM alla cinese Lenovo.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.14%. L’oro guadagna $0.20 a $427.10 all’oncia, il petrolio avanza di 47 centesimi a $49 al barile e l’euro viene scambiato a 1.3064 contro il dollaro.

Alle 14:40 (le 8:40 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in progresso di 2.4 punti (+0.21%) a 1171 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 2.5 punti (+0.17%) a 1512.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 16 punti (+0.15%) a 10409 punti.