Future FTSE MIB, la media mobile a 200 giorni respinge l’allungo

27 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora una settimana di debolezza, quella appena trascorsa per il future sul maggior indice azionario FTSE MIB, a dispetto del panorama positivo nel resto del Vecchio Continente. A frenare il nostro mercato, ancora indicazioni macroeconomiche contrastanti, come la disoccupazione che nel secondo trimestre tocca il picco dal 2003 mentre la bilancia commerciale torna in attivo a luglio. Il quadro tecnico mostra che la media mobile a 200 giorni ha respinto il tentativo di allungo del derivato italiano, di raggiungere i 21mila punti, trovandosi ora a ridosso di immediati importanti supporti. Il contratto di dicembre prosegue ormai da cinque mesi la fase laterale, la cui evasione può trovare sostegno soltanto dal break out della resistenza in area 21.500 punti. Al contrario la rottura di immediati supporti potrebbe portare la curva a rivedere i minimi di agosto. Il future chiude i cinque giorni a 20.525 punti mettendo a segno una performance settimanale negativa dello 0,82% a fronte di quella mensile positiva del 4,13%. . Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto vista a 20.230 con target successivo stimato a 20.010. Resistenza a 20.965.