Future E-mini S&P500, chiude settimana scorsa in salita

15 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Positiva la settimana appena conclusa per il future E-mini S&P500 che torna a salire seguendo il recupero messo in atto dai mercati europei, sulla scia di prospettive più sicure circa il salvataggio della Grecia, alle prese con i problemi sul debito. Il derivato americano prova a dimenticare così il pesante sell-off precedente e guarda tuttavia ad una serie di dati economici contradditori giunti dal fronte macroeconomico che hanno tolto spinta al biglietto verde. A febbraio infatti il dato sulla fiducia dei consumatori è stato più basso del previsto azzerando il buon andamento delle vendite al dettaglio nel mese di gennaio. Inoltre va considerato il suggerimento del Presidente della Fed, Bernanke, “agire sulle riserve per drenare liquidità.” Durante la sua audizione al Congresso sulla “exit strategy” il numero uno della FED ha detto che l’Istituto Bancario Centrale potrebbe iniziare ad assorbire parte della liquidità iniettata nel sistema finanziario prima di varare un rialzo dei tassi. Il derivato statunitense archivia i 5 giorni a 1.079,00 punti dopo essere salito fino al top 1.079,75 e mette a segno una performance settimanale positiva del 2,18% a fronte di quella mensile negativa del 5,78%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di resistenza vista a 1.088,25 con ulteriore target visto a 1.092,75. Supporto a 1.066.