Future E-mini Nasdaq 100, l’hi-tech sostiene la salita

2 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Anche questa settimana è ricca di trimestrali americane, che nel complesso sono risultate superiori al previsto. In particolar modo le aziende del settore hi-tech che stanno sostenendo la ripida salita del future E-mini Nasdaq 100 intrapresa a fine agosto. A dispetto di quella più moderata e graduale registrata dall’intero mercato americano, condizionato dalla cautela, in vista della riunione del Fomc, oggi e domani, con attese di un intervento della Federal Reserve sui titoli di Stato, per ridare slancio all’economia statunitense. Venerdì scorso il dato sul Pil Usa ha mostrato che nel terzo trimestre dell’anno, l’economia a stelle strisce è cresciuta del 2% come atteso dagli analisti. Il contratto, scadenza dicembre, ha archiviato l’ottava appena conclusa a 2.122 punti dopo aver raggiunto il top 2.136,75 e mette a segno una performance settimanale positiva dello 0,64%. Tuttavia va segnalato che l’area di ipercomprato in cui si trova la curva, continua a minare il trend positivo attuale. L’indice d forza relativa (RSI), misurato a 14 giorni, si trova infatti a quota 71,49. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di resistenza vista a 2.141,75 con ulteriore target visto a 2.151,50. Supporto a 2.107,25.