Future Dax, settimana scorsa a zig zag

12 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nella settimana appena conclusa per il future sull’indice Dax fa un passo indietro, dopo varie ottave al rialzo, e con le rinnovate preoccupazioni per la questione Grecia. Nonostante il governatore della Bce, Trichet, abbia ribadito che il default di Atene è impossibile, ammettendo però la necessità di una nuova struttura di regole di controllo. Il numero uno dell’istituto centrale, nella consueta conferenza stampa successiva alla decisione di lasciare invariato il costo del denaro all’1%, ha ancora una volta sostenuto che l’attuale livello dei tassi è appropriato. Relativamente alla situazione economica Trichet ha detto inoltre che prosegue la moderata espansione dell’attività anche se non in modo uniforme. Intanto migliorano le indicazioni sul settore dei servizi a marzo e torna positivo per aprile, dopo quasi due anni, l’indice di fiducia degli investitori. I prezzi alla produzione crescono mentre calano le vendite al dettaglio. Attenzione in questa settimana al bollettino mensile della Bce. Il derivato tedesco archivia così l’ottava a 6.258,5 punti dopo essere sceso fino al bottom 6.143 e riesce a mettere a segno una performance settimanale tuttavia positiva dello 0,34%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto individuata a 6.176,5 e successiva a 6.135,5. Resistenza a 6.266.