FUTURE: CONTRATTI POSITIVI, SPINTI DALL’HI-TECH

16 Luglio 2004, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono positivi.

Il buonumore sui mercati Usa arriva dal settore tecnologico. Nell’after hour di giovedi’ il colosso informatico IBM ha riportato risultati trimestrali migliori delle attese. Buone notizie anche dalla concorrente DELL, che ha alzato le previsioni sui risultati del secondo trimestre.

L’attenzione del mercato e’ concentrata sui dati economici. In particolare, alle 14;30 ora italiana saranno diffuse le cifre di giugno relative al CPI, l’indicie sui prezzi alla produzione. L’indicatore sara’ un osservato speciale perche’ potrebbe fornire importanti indicazioni sulle eventuali mosse della Fed in tema di politica monetaria.

Qualora il CPI dovesse registrare un aumento pronunciato, aumenterebbero le probabilita’ di un nuovo aumento dei tassi da parte della Banca Centrale Usa. Le previsioni sul dato sono per un incremento dello 0.2%. Ricordiamo che al momento il costo del denaro negli Stati Uniti e’ all’1.25%.

Sugli altri mercati, sono invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.49%. Sostanzialemten stabile anche il dollaro, che nei confronti dell’euro viene scambiato a 1.2342. L’oro guadagna $0.10 centesimi a $404.5 all’oncia e il petrolio $0.37 a $41.14 al barile.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in progresso di 3.8 punti (+0.34%) a 1.107.2 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in aumento di 9 punti (+0.64%) a 1.423.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 27 punti (+0.27%) a 10157 punti.