FUTURE: CONTRATTI POCO SOPRA LA LINEA DI PARITA’

19 Luglio 2004, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono leggermente sopra la linea di partita’.

In assenza di dati economici e con la stagione degli utili che stenta a restituire fiducia sullo stato di salute dell’azienda America, anche oggi i listini dovrebbero muoversi in trading range.

Le cifre contrastate dal fronte societario e macro hanno diffuso la sensazione che la ripresa dell’economia americana sia meno robusta e strutturale di quanto si ritenesse in precedenza.

Le incertezze sulle prospettive dei tassi, le questioni geopolitiche e la possibilita’ di nuove fiammate del prezzo del petrolio, inoltre, continuano a frenare le decisioni di investimento.

Allo stesso tempo, i cali registrati dai listini nelle ultime settimane spingono molti operatori a ritenere che il periodo delle vendite stia oramai giungendo alla sua fase conclusiva. A loro giudizio, agli attuali livelli le valutazioni dei titoli offrono buone opportunita’ di entrata.

In assenza di notizie dal fronte economico, a condizionare la seduta anche oggi saranno le cifre dei bilanci societari. Oggi sono in calendario le trimestrali di 3M, Delta Air Lines, Flextronics e Legg Mason.

Sugli altri mercati, il dollaro ha parzialemten recuperato terreno sull’euro. Nella prima mattinata a New York il cambio tra le due valute e’ 1.2421. I titoli di Stato sono in lieve ribasso. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.37% contro il 4.36% della chiusura di venerdi’. L’oro guadagna 20 centesimi a $407 all’oncia e il petrolio cede 23 centesimi a $41.02 al barile.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in progresso di 1 punto (+0.09%) a 1.103.8 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in aumento di 4 punti (+0.29%) a 1.401.5.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 7 punti (+0.07%) a 10144 punti.