FUTURE: CONTENUTE LE REAZIONI AI DATI ECONOMICI

24 Giugno 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono deboli, poco sotto la linea di parita’.

Non hanno avuto effetti di rilievo i dati macroeconomici (peggiori delle attese) pubblicati in mattinata. Nel mese di maggio gli ordini di beni durevoli (i prodotti che durano almeno tre anni) hanno registrato un calo dell’1.6% contro il +1.5% atteso dagli analisti.

Cattive notizie anche dal mercato del lavoro. Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione la settimana scorsa sono salite di 13.000 unita’ a 349.000. Il consensus era per un valore di 340.000. Alle 16:00 ora italiana sara’ la volta del dato sulle vendite di case nuove.

Dopo il rally messo a segno dai listini azionari nel tardo pomeriggio di mercoledi’, le preoccupazioni degli operatori su fughe eccessive dei mercati prima dell’appuntamento della Fed stanno frenando gli ordini di acquisto.

Ricordiamo che la Banca Centrale Usa si riunira’ la settimana prossima per decidere se alzare o meno il costo del denaro, al momento all’1% (ai minimi di 45 anni). Le attese degli operatori sono per un incremento di 25 punti base.

Sui mercati pesano inoltre le preoccupazioni sul terrorismo, dopo l’ondata di nuove violenze esplose in Iraq e, a due giorni dalla visita di Bush, in Turchia. L’intensificarsi degli attacchi coincide con l’avvicinarsi del 30 giugno, data stabilita per il passaggio di poteri al nuovo governo iracheno.

Sul fronte societario, buone notizie dall’hi-tech, con le note positive di alcune banche d’affari su colossi come Microsoft ed Ericsson. Oggi pubblichera’ gli utili la societa’ di articoli sportivi Nike.

[Vedi decine di azioni in movimento segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il
link INSIDER]

Alle 14:50 (le 8:50 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 1.2 punti (-0.10%) a 1.142.9 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 cede 1.5 punti (-0.10%) a 1.495.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in calo di 17 punti (-0.17%) a 10453 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4.63%. Sul fronte valutario, nella prima mattinata a New York il cambio euro/dollaro e’ 1.2107.