FUTURE ANCORA DEBOLI
PRIMA DELL’APERTURA

30 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa tornano a puntare con maggiore decisione verso il basso. A questi livelli l’apertura della borsa e’ attesa moderatamente negativa.

Sul fronte macroeconomico si attende il dato sull’indice dei direttori degli acquisti dell’area di Chicago per il settore manifatturiero. Le aspettative sono per un indicatore sotto i 50 punti (soglia di demarcazione tra espansione e recessione). Una sorpresa molto marcata in un senso o nell’altro potrebbe far accelerare le borse al rialzo o al ribasso.

Molto importante sara’ inoltre l’interpretazione del discorso di Greenspan al Congresso. Tradizionalmente, il governatore della Fed in fasi economiche come quelle attuali tenta di dare meno sorprese possibili al mercato. Rimane tuttavia un personaggio molto influente, e la comunita’ finanziaria sara’ comunque molto attenta alle sue parole.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 2,20 punti (-0,24%), a 913,90 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq scende di 3,00 punti (-0,27%), a 1.113,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 30 punti (-0,35%), a 8.442 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 99-18 e rendimenti al 3,93%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA