FUTURE: ANCORA ASSENTI GLI ORDINI DI ACQUISTO

18 Ottobre 2004, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i future sugli indici americani sono negativi.

La preoccupazione principale dei mercati riguarda il caro petrolio. Il prezzo del greggio sul mercato elettronico si e’ spinto ai massimi storici di $55.33 al barile. In questo momento e’ in flessione di 7 centesimi a quota $54.86.

L’aumento dei prezzi energetici preoccupa perche’ ha ripercussioni sui consumi delle famiglie e sugli investimenti delle imprese, e mette in serio pericolo il cammino delle ripresa.

Sul fronte degli utili, la giornata si preannuncia ricca di appuntamenti. Nel corso della seduta pubblicheranno gli utili societa’ come IBM, Texas Instruments e Delphi Corp. Non sono in calendario, invece, dai macroeconomici.

Sugli altri mercati, sono in lieve ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.06% contro il 4.05% della chiusura di venerdi’. L’oro cede $0.40 a $419.7 all’oncia e il dollaro viene scambiato a 1.2462 contro l’euro.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in calo di 2.8 punti (-0.25%) a 1105 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 cede 5.5 punti (-0.38%) a 1430.5.

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 19 punti (-0.19%) a 9906 punti.