FUSIONI IN RIPRESA PER SECONDA META’ 2001

24 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Gli ultimi mesi hanno visto una diminuzione di fusioni e acquisizioni sia in Europa che negli USA, ma secondo gli analisti le previsioni a medio termine sono molto positive e una ripresa dell’attivita’ potrebbe risollevare i mercati nella seconda parte del 2001.

I settori che piu’ si ritroveranno al centro di takeover sono quello bancario, dei media e delle telecomunicazioni.

“In questo clima di fatturati deboli varie societa’ si vedranno costrette al consolidamento”, ha commentato Bijal Shah di SG Securities che prevede anche che alcuni dei maggiori operatori di telecomunicazioni in Europa cercheranno in questo modo di ridurre il debito, soprattutto dopo aver pagato 140 miliardi di euro per le licenze della terza generazione di telefonia mobile.

Deutsche Telekom (DT – Nyse)
e France Telecom (FTE – Nyse)
gia’ intendono disinvestire la propria partecipazione al 10% in Sprint (FON – Nyse) e KPN (KQIP – Nasdaq ) ha messo in vendita partecipazioni per $4,45 miliardi.

Gli analisti ora prevedono disinvestimenti da parte di British Telecom (BTY – Nyse) e ulteriori vendite da parte di France Telecom e KPN.

La rinnovata attivita’ di fusione e acquisizione sara’ anche benvenuta dalle bacnhe d’investimento che hanno visto recentemente la diminuzione delle loro commissioni a causa del crollo dell’high-tech.

Secondo dati di Schroder Salomon Smith Barney il valore delle fusioni e acquisizioni annunciate in Europa e’ sceso quest’anno da $496 miliardi a $123 miliardi, pari a un calo annuo del 75%.

La ripresa dell’attivita’ dovrebbe anche coincidere con la ripresa dell’economia americana e la fine del mercato orso in concomitanza con aspetti favorevoli alle acquisizioni del clima macroeconomico europeo.

“L’aumento della concorrenza – dovuta a mercati singoli, globalizzazione e moneta unica – continuera’ a premere sulla ristruttturazione delle societa’ europee”, ha anticipato Niall MacLeod di Schroeder Salomon Smith Barney.

Si prevede che la francese Vivendi Universal (V – Nyse) continui le acquisizioni per tenere testa al giante AOL Time Warner (AOL– Nyse); che la britannica Carlton Communications (CCTVY – Nasdaq) si fonda con Granada (GNDAF – OTC US) e che RTL e il gruppo di telecomunicazione spagnolo Telefonica (TEF – Nyse) stiano esplorando un accordo.

L’analista suggerisce poi di far attenzione anche al mercato tedesco dove l’abolizione della tassa sul capital gain a fine anno dovrebbe portare a consolidamenti in vari settori.

“Il livello di acquisizioni e fusioni ha probabilmente raggiunto il fondo nella prima meta’ di quest’anno ed e’ possibile una forte ripresa del suo valore nella seconda meta’. Questo aiutera’ il mercato azionario e la crescita degli utili per il prossimo anno”, ha concluso Mac Leod.