Fuga da Wall Street. Gli investitori Usa scelgono porti più sicuri

23 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Gli americani scappano dalla Borsa. Nei primi sette mesi dell’anno i piccoli risparmiatori statunitensi hanno deciso di ritirare oltre 33 miliardi di dollari dai fondi comuni che investono sul mercato azionario domestico. A riportarlo il New York Times. L’ingente somma non resta però sotto i materassi: gli investitori a stelle e strisce hanno scelto porti più sicuri per convogliare i loro investimenti, come le obbligazioni i cui rendimenti hanno raggiunto livelli minimi. Si tratta di un’inversione impressionante e atipica. Secondo l’analista Brian Reid, “a questo punto del ciclo economico, dai 10 ai 20 miliardi di dollari dovrebbero confluire in fondi comuni azionari domestici, invece dei miliardi che ne stanno uscendo”. La spiegazione di questa incongruenza sta nel fatto che gli investitori non credono appieno nella ripresa economica e in attesa di segnali più forti e confortanti investono in strumenti meno rischiosi e meno profittevoli, anche in prospettiva di un livello dell’inflazione basso che non si rimangia l’esiguo guadagno. Si tratta di un cambiamento di coscienza, che rende gli americani più guardinghi e meno affamati di profitti.