Ftse Mib: grazie ai bancari target fino a 25.500 punti

28 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari sta godendo di un periodo più che positivo rispetto a molti altri mercati grazie agli acquisti che stanno interessando soprattutto il settore bancario da inizi anno: “il Ftse Mib potrà raggiungere così un target a 24.000-24.200 per portarsi entro l’anno fino a 25.000-25.500 punti”. E’ l’opinione di Robert Baron, managing director di Delta Forex che, intervistato da Class Cnbc, precisa ovviamente che il raggiungimento di tali obiettivi potrebbe essere inficiato dall’arrivo di eventuali problemi finanziari.

A questo punto “una zona di sostegno molto importante è rappresentata dai precedenti massimi toccati in area 21.600-21.700”. Sui finanziari, Baron consiglia di fare attenzione all’aumento degli investimenti nelle banche popolari. “E comunque, in generale, i bancari stanno salento in quanto investitori che prima avevano puntato sugli altri settori si trovano ora con i titoli appartenenti a tali comparti a un valore alto dopo la corsa dei mesi precedenti. Ciò agevola il desiderio di diversificare” e dunque la decisione di puntare sui bancari italiani.

Guardando ai mercati americani, il Dow Jones potrebbe consolidarsi sopra i 12.000 punti, ma è anche vero che è dagli inizi di settembre che l’indice sta registrando performance rialziste su base mensile. E’ dunque attesa una cotrrezione il mese prossimo, qanche se è lecito pensare all’allungo della fase rialzista nella prima decade di febbraio”.

Niccolò Pini di Banca Ifigest -sempre intervistato da Class Cnbc – fa notare poi che il rialzo che Piazza Affari ha messo a segno nel mese di gennaio, fa al momento di questo gennaio il migliore degli ultimi tre anni. Pini conferma l’interesse per i bancari, “titoli che sono a sconto”. In generale, “anche la Spagna è stata troppo penalizzata, e saranno i finanziari a condizionare la performance dell’azionario europeo nei prossimi giorni e dunque anche la volatilità”.