FS, Moretti “per gare future ricorreremo agli affidamenti diretti”

9 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Le Ferrovie dello Stato stanno pensando di fare ricorso, per le future gare, alla direttiva dell’Unione Europea che in presenza di mercati competitivi e di autofinanziamento delle commesse, consente l’affidamento diretto anche a un’azienda pubblica. Lo ha detto l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, intervenendo al Congresso nazionale degli Ingegneri che si sta svolgendo a Torino. In presenza di mercati competitivi e di autofinanziamento delle commesse, l’articolo 30 della direttiva 17 del 2004 dell’Unione Europea consente l’affidamento diretto anche a un’azienda pubblica. “Tu puoi fare una gara come vuoi, la più trasparente possibile – ha affermato Moretti al Teatro Carignano – poi chi perde si protegge con il Tar e non ci puoi fare nulla. Per questo motivo – ha aggiunto – stiamo pensando per le future gare di ricorrere all’articolo 30 della direttiva 17 del 2004 dell’Unione Europea, in quanto prevede la possibilità dell’affidamento diretto”. Il riferimento, come noto, è quello alla gara per la fornitura di 50 treni AV, vinta dal consorzio AnsaldoBreda – Bombardier, contro la quale Alstom ha presentato ricorso. Per decidere in merito alla sospensiva, il Tar del Lazio ha fissato al 29 settembre la Camera di Consiglio.