FRENESIA PER I TAKEOVER: DIECI AFFARI D’ORO

19 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Le operazioni di M&A sono salutate come una manna dal cielo in periodi di crisi, essendo in grado di arricchire gli investitori sia in un contesto di mercato rialzista che ribassista. Ma nel 2009 non e’ stato facile trovare opportunita’ di questo tipo.

Dopo che il volume di questo tipo di operazioni negli Stati Uniti e’ calato oltre il 34% l’anno scroso, con solo 35 accordi stretti per un valore di 1 miliardo a fronte dei 144 affari del 2007, finalmente la musica e’ cambiata.

I problemi finanziari si sono dimostrati ostacoli insormontabili, con la stretta creditizia che ha reso sempre piu’ difficile ottenere prestiti durante la crisi. Solo il 55% delle acquisizioni annunciate nel 2009 sono state finanziate interamente in contanti, il livello piu’ basso dal 2004. I restanti accordi sono stati finanziati in parte o interamente da azioni.

I takeover in contanti sono destinati a fare un balzo notevole nel 2010. Le 1244 societa’ non finanziarie che compongono l’S&P 1500 hanno a disposizione $1180 miliardi in cash, il 27% in piu’ rispetto ad un anno fa. I livelli di debito a lungo termine ha registratto una crescita di solo il 6% l’anno scorso.

Con le imprese a stelle e strisce che si devono sempre meno preoccupare sui problemi del futuro, l’interesse nel mettere all’opera i contanti a disposizione sta crescendo. Le operazioni di buyback e i divendi stanno aumentando sempre piu’ e le attivita’ di M&A hanno gia’ iniziato a crescere di numero con una certa intensita’. Le societa’ molto liquide potrebbero diventare loro stesse target appetibili.

Qui di seguito riprtiamo quali sono le operazioni piu’ oculate che potrebbero presto materializzarsi e quali sono i candidati a finire nel mirino delle concorrenti, basandosi sui dati di enterprise ratio (che stima il prezzo da sborsare per assicurarsi una determinata azienda in relazione alla potenzialita’ sotto il profilo degli utili).

>>>>>QUESTO ARTICOLO E’ RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI. PER PROSEGUIRE LA LETTURA E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.