Francia: inizia la fase negativa per il mercato immobiliare

21 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Parigi – Non solo Spagna, Grecia e gli altri paesi PIIGS (Portogallo, Irlanda e Italia). La mancanza di fiducia generale e la mancanza di smentite positive porta a movimenti nervosi nei mercati, come quello che è possibile vedere nel grafico di fianco. Sembra trattarsi di un qualche bond governativo o societario emesso in quei cinque paesi più al centro della crisi dell’Eurozona.

E invece trattasi dell’istituto francese Caisse Centrale du Credit Immobilier de France, che insieme a CIF Euromortgage, fanno parte al 100% di Credit Immobilier de France Development, istituto specializzato nei mutui immobiliari in Francia, con prestiti per circa $33 miliardi, circa il 4% del mercao.

Il movimento brusco, in picchiata, è stato scatenato dalla notizia secondo cui il Governo della Francia potrebbe decidere di nazionalizzare Caisse Centrale Credit Immobilier de France, notizia riportata dal Sunday Times.

In alternativa, l’istituto potrebbe essere acquistato da un concorrente, e secondo quanto riporta il giornale, HSBC sarebbe stata incaricata di trovare un compratore.

La societa’ di rating Moody’s Investors Service ha tagliato la valutazione sul titolo da C/a3 ad E/caa1.
[ARTICLEIMAGE]