Frammenti satellite Nasa potrebbero cadere sul nord d’Italia

22 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Le regioni del nord d’Italia sono comprese nell’area entro 200 km che potrebbe essere interessata dalla caduta di frammenti del vecchio satellite della Nasa che rientrera’ nell’atmosfera terrestre tra le 13 di domani e le 5 di sabato mattina.

Lo ha reso noto il capo del dipartimento della protezione civile, Franco Gabrielli, al termine della riunione del comitato operativo allargato all’Asi, l’Agenzia spaziale italiana.

“Due sono le possibili traiettorie che interessano il nostro Paese – ha spiegato – e due le eventuali finestre temporali in cui potrebbe verificarsi la caduta di uno (o piu’ di uno) dei 26 frammenti in cui dovrebbe disgregarsi il satellite: le tra le 21,25 e le 22,03 di domani e le 3,34 e le 4,12 di sabato. Secondo l’ultimo report che ci e’ stato consegnato, la possibilita’ che i frammenti cadano sul nostro territorio corrisponde ad una probabilita’ dello 0,9%”.

Per Gabrielli, “la certezza di un eventuale impatto a terra si potra’ avere solo tra i 40 e i 60 minuti prima. E questo consentira’, eventualmente, di circoscrivere il raggio di possibile caduta in un’area di 10-20 chilometri”.