FOTOGRAFIA, RESISTE L’ELITE DELLA PELLICOLA

30 Marzo 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Milano, 30 mar – La fotografia gode di buona salute e deve soddisfare le richieste di una clientela sempre più esigente. Lo testimoniano i dati relativi ai primi 10 mesi del 2006: 1.900.000 gli apparecchi fotografici immessi nel mercato (+11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno), con un boom delle vendite di reflex digitali (+ 35% rispetto al 2005). A fine anno la vendita di apparecchi analogici si attesterà attorno alle 150 mila unità, a conferma dell’ormai avvenuto passaggio all’epoca del digitale. Tuttavia sono proprio i giovani a voler assaporare il gusto della pellicola, della reflex e della stampa di qualità. Si delinea il profilo di una elite appassionata, che esprime la preferenza per modelli sempre più sofisticati, in grado di eseguire fotografie con risoluzione elevata (1.400.000 le fotocamere digitali da 5 a 8 Mpixel vendute da gennaio a ottobre) e con tecnologia reflex. Anche il settore della stampa fotografica mostra una sostanziale tenuta grazie soprattutto alla capacità di adattarsi alle richieste della nuova clientela, vale a dire l’offerta di servizi quali la stampa da CD, da telefonino, via Internet, ecc. Si sta diffondendo, in particolare, la stampa domestica di immagini: le stampanti fotografiche di piccolo formato hanno registrato vendite per circa 130.000 unità negli ultimi 12 mesi (+30%). Il 2006 si conferma quindi caratterizzato da un mercato vivace, dinamico e in apprezzabile crescita. In questo scenario Photoshow si presenta a Fieramilanocity da oggi al 2 aprile. La più importante rassegna nazionale dedicata alla fotografia e all’immagine digitale offre le novità di 300 espositori su 35 mila mq di superficie totale.