Forte rimbalzo tecnico a Milano e in tutte le borse. Futures Usa positivi

6 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

La borsa milanese estende i guadagni giungendo a fine mattinata con gli indici in forte rialzo, al pari delle altre principali piazze del Vecchio Continente. A dare sprint alla giornata sono state soprattutto alcune notizie giunte dall’Asia-Pacifico, in particolare le ottimistiche dichiarazioni sulla crescita dell’economia da parte della Reserve Bank of Australia, che non si ritiene allarmata per la supposta frenata della crescita globale. La massima autorità monetaria australiana ha deciso inoltre di lasciare i tassi di interesse fermi, decisione peraltro attesa.

Altro elemento positivo è stata la buona chiusura di Tokyo e soprattutto di Shanghai, quest’ultima su un rimbalzo tecnico dopo le recenti perdite. E di rimbalzo tecnico si parla anche per quanto riguarda l’azionario europeo, in una giornata sostanzialmente priva di spunti sia per la chiusura di ieri di Wall Street che per l’assenza di dati macroeconomici rilevanti. L’agenda odierna presenta infatti solo l’ISM non manifatturiero statunitense, in arrivo alle 16.00 ora italiana.

Il generale clima di acquisti sembra aver influenzato anche i futures a stelle e strisce, che viaggiano in deciso rialzo facendo presagire un felice ritorno dal lungo week end per Wall Street. Sul valutario si conferma ben impostato l’euro nei confronti del dollaro con il cross a 1,2578 usd, mentre dal fronte commodities, oggi in rally su effetto Australia, l’oro nero si apprezza a 72,93 dollari. A circa tre ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni il Ftse All-Share segna un vantaggio del 3,10%, il Ftse Mib del 3,24%, il Ftse Mid Cap del 2,32%, mentre il Ftse Star avanza dell’1,99%.

Nel paniere principale, tutto tinto di verde, vera e propria pioggia di acquisti su Fondiaria-Sai che arriva a guadagnare cinque punti percentuali e mezzo grazie ad un giudizio positivo di Nomura, che ha indicato un target price dcisamente superiore alle attuali quotazioni di mercato del titolo. Ottime le banche tra cui primeggia la Pop. Milano, grazie a ricoperture dopo le perdite della vigilia in scia ai timori per gli esiti degli stress test sugli istituti di credito europei, in arrivo presumibilmente per il 23 luglio.

Denaro abbondante sulle finanziarie Exor e CIR, sui cementieri e su Geox. Tra i titoli che mostrano rialzi meno contenuti si colloca Atlantia, oggi in focus in scia alle recenti notizie legate ad Abertis. Sul resto del listino milanese non riesce a contrattare normalmente Stefanel, continuamente sospesa per eccesso di rialzo con un teorico che al momento segna un +30,62%. Sospesa in asta di volatilità anche Monti Ascensori con un teorico +13,39%. In controtrend l’A.S. Roma dopo l’ottima performance della vigilia. Il titolo è un po’ fiaccato dall’attesa dell’accordo tra la controllante Italpetroli e Unicredit, che a questo punto dovrebbe essere definito giovedì.