Fondo sovrano più grande al mondo: aumentare propensione al rischio

20 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il colossale fondo sovrano norvegese, il più importante al mondo, con asset in gestione oltre i $600 miliardi, decide che è giunto il momento di aumentare la propensione al rischio e sfruttare il ruolo che ha di investitore strategico per l’intero mercato. Una mossa che potrebbe segnare il trend di altri fondi pubblici, generalmente conservatori.

Il periodo di turbolenza che sta colpendo i mercati, come durante la crisi finanziaria, starebbe creando delle interessanti opportunità di investimento, specialmente sui titoli sottovalutati a causa dell’incertezza generale.

“Il fondo può sfruttare (la sua natura di investitore di lungo periodo) e fornire maggiore liquidità al mercato, in un periodo come quello attuale in cui c’è mancanza di capitali freschi”, ha detto Pål Haugerud, a capo del fondo presso il ministero delle Finanze della Norvegia.

Considerate le dimensioni e l’importanza del fondo, tale decisione potrebbe avere ripercussioni anche per altri grandi istituzionali a livello globale, dal Medio Oriente all’Asia, e portare veri gestori a rivedere le proprie strategie di investimento.

Il fondo, che al momento detiene circa l’1% dell’azionario globale, supera di gran lunga i circa $400 miliardi di asset in gestione (secondo i dati di Roubini Global Economics) dell’Abu Dhabi Investment Authority.

La strategia di investimento consigliata dal gestore norvegese è di preferire società piccole rispetto ad altre più grandi, e titoli sottovalutati rispetto ad altri ad elevati tassi di crescita.