Fondo Lucidus liquida $900 milioni, verso la chiusura

14 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

NEW YORK (WSI) – Lucidus Capital Partners ringrazia e chiude i battenti. Il fondo di credito ad alto rendimento nato nel 2009 ad opera di due ex dipendenti di Bruce Kovner Caxton Associates ha liquidato tutte le sue attività in portafoglio e si appresta a restituire i 900 milioni di dollari che aveva in gestione entro il prossimo mese.

Lo ha dichiarato la stessa società basata a Londra e che ivi impiega una trentina di persone. Così il Ceo (nonché Chief investments officer), Christon Burrows:

Il fondo è uscito da tutti gli investimenti, vorremmo ringraziare i nostri investitori per il loro supporto lungo questi anni

Fra le ragioni che giustificano la scelta di Lucidus ci sono, secondo una fonte interna anonima, il declino nel volume degli scambi di Credit Default Swap (contratti derivati di tipo assicurativo per coprire nel caso di insolvenza da parte di un soggetto emittente debito). I fondatori, infatti, avevano visto in questo mercato, particolarmente volatile in seguito alla crisi finanziaria, un’opportunità di guadagno che adesso è molto ridimensionata.

I due strumenti di investimento principali di Lucidus hanno registrato perdite per il secondo anno consecutivo, con un declino dell’1,9% e del 4,1% nel novembre di quest’anno.

A partecipare nel capitale di Lucidus figuravano anche un’affiliata di Caxton, mentre Asset Management Finance, affliliata del gruppo Credit Suisse, era in possesso di una quota minoritaria nel 2011.