FONDI COMUNI: PROFONDO ROSSO

5 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Dopo un agosto positivo, è tornato il segno meno sulla raccolta dei fondi comuni venduti in Italia. A confermarlo sono i dati definitivi comunicati da Assogestioni, che nella consueta rilevazione mensile ha registrato per l’industria deflussi superiori ai 4,3 miliardi di euro.

A salvarsi dai riscatti, sulla scia di un trend che dura da almeno due anni, sono solo le categorie dei fondi flessibili e degli hedge fund, con saldi positivi, rispettivamente pari a 530 e 229 milioni di euro.

Con INSIDER puoi guadagnare in un mese piu’ del tuo stipendio di un anno. Clicca sul
link INSIDER

Negative tutte le altre categorie, con in testa gli obbligazionari, che hanno subito deflussi per oltre 3,6 miliardi. Anche i prodotti azionari, dopo la breve ripresa di agosto, hanno registrato un saldo negativo pari a 858 milioni di euro: a pesare sono stati soprattutto i riscatti dai fondi che investono sul mercato italiano (-210 milioni di euro) e sulle Borse del Pacifico (-248 milioni). Positivi, al contrario, solo i prodotti che puntano sui mercati dell’area euro (+129 milioni di euro) e qualche settoriale.

I fondi di liquidità, infine, hanno chiuso settembre con accusando un passivo di 271 milioni di euro. Nonostante i riscatti, il patrimonio dell’industria ha beneficiato del buon andamento dei mercati finanziari nel corso dell’ultimo mese e si è mantenuto stabile oltre quota 604 miliardi di euro.

A livello societario, il bilancio migliore è quello della società Kairos Partners, che ha raccolto 92 milioni di euro netti, seguita dai gruppi Banche Popolari Unite (+59,6 milioni di euro) e Banco popolare di Verona e Novara (+46,5 milioni).

In rosso i big, tra i quali si registra il forte calo del Gruppo Credit Agricole-Banca Intesa, con oltre un miliardo di deflussi sui quattro complessivi fuoriusciti nel mese dall’industria.

Copyright © Morningstar Italia per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved