Fmi: crescita Italia rimane modesta, servono tagli spesa

11 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’Italia ha bisogno di adottare un programma di riforme strutturali ad ampio raggio, se vuole sfruttare il proprio potenziale di crescita. E’ quanto afferma il Fondo Monetario Internazionale. “La crescita è sostenuta principalmente dalle esportazioni, ma rimane modesta; solo un programma di riforme che sia forte e completo potrà liberare il potenziale della crescita italiana”.

L’istituto di Washington si dice poi d’accordo sull’obiettivo dell’Italia di far quadrare i conti entro il 2014, e aggiunge che gli aggiustamenti dovrebbero essere effettuati attraverso un processo di razionalizzazione della spesa. Secondo l’organizzazione, insomma, l’Italia deve sanare i propri debiti pubblici attraverso tagli alla spesa.

Per quanto riguarda il settore bancario italiano, infine, il Fondo Monetario Internazionale afferma che le banche hanno affrontato la crisi meglio di altri istituti di credito e che le recenti ricapitalizzazioni annunciate rafforzeranno ulteriormente i loro bilanci.