Fmi: banche Usa a corto di capitali, servono $76 miliardi

30 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il sistema finanziario americano resta fragile, tanto che le banche alle prese con una rinnovata debolezza dell’economia potrebbero aver bisogno di almeno $76 miliardi di capitale. Ha mettere le mani avanti e’ il Fondo Monetario Internazionale.

Il rapporto suggerisce che il comparto Usa, per quanto stabile, resta vulnerabile. I prezzi delle case, i prestiti sul settore real estate commerciale e la debolezza nella crescita economica sono tutti fattori che potrebbero mettere a repentaglio lo stato di salute degli istituti finanziari, esposti a nuove possibili perdite.

Le banche piccole e su scala regionale cosi’ come le controllate di gruppi stranieri potrebbero necessitare di $40.5 miliardi al fine di poter vantare un indice di patrimonializzazione (il Core Tier 1) al 6% tra il 2010 al 2014. Questo, come riportato da Bloomberg, e’ lo scenario meno preoccupante. In un contesto maggiormente difficile, infatti, i capitali necessari potrebbero lievitare a $76.3 miliardi.

Secondo l’Fmi, le autorita’ competenti devo vigilare affinche’ vengano limitati possibili rischi, soprattutto per le istituzioni piu’ piccole e meno capaci di raccogliere denaro sul mercato. I numeri “non sono preoccupanti”, ha spiegato a Bloomberg Christopher Towe, vicedirettore del mercato dei capitali e valutario del Fmi. “Guardiamo pero’ con attenzione alle banche medio-piccole perche’ maggiormente esposte al settore immobiliare commerciale”.

Se vuoi guadagnare anche in fase di ribasso con i titoli e i comparti giusti, segui INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

L’Fmi ha comunicato che i prestiti legati a quest’ultimo settore in scadenza tra il 2010 e il 2014 sono pari a $1400 miliardi, la meta’ dei quali e’ gia’ a un passo dall’insolvenza con pagamenti in ritardo di 90 o piu’ giorni (come si dice “underwater”), tanto piu’ che il valore del mutuo e’ finito per eccedere quello dell’immobile.