Fitch boccia Moody’s e conferma: Italia da A-, con outlook negativo

20 Luglio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’agenzia Fitch conferma il rating dell’Italia A- con outlook negativo. E’ quanto rende noto l’agenzia di valutazione americana. Un giudizio nel complesso positivo quello che arriva da Fitch che nel report sull’Italia indica che la conferma del rating guarda oltre la condizione attuale economica e finanziaria del paese ma si concentra sulle riforme strutturali varate e quelle in cantiere che faranno aumentare il potenziale di crescita oltre alla stabilizzazione dei conti pubblici.

Inoltre il giudizio ”riflette l’impegno dimostrato dal governo italiano di ridurre il deficit e il debito pubblici” e la ratifica da parte del parlamento del trattato sul fiscal compact.

Piu’ in dettaglio la valutazione di Fitch con la conferma del rating riflette le riforme del mercato del lavoro e le misure per rendere l’economia piu’ flessibile.

”Se saranno implementate rapidamente – afferma Fitch – e accompagnate da altre riforme verranno potenziale le prospettive di crescita dell’economia italiana nel medio termine”. Fitch inoltre riconosce gli effetti della riforma delle pensioni che hanno ”stabilizzato il sistema previdenziale”.

Sul fronte dei conti pubblici, Fitch osserva che l’insieme delle manovre realizzate e pari al 5% del pil dovrebbero essere sufficienti a far scendere il deficit sotto il 3% quest’anno e stabilizzare il debito a partire dal 2013.

L’outlook negativo invece riflette il potenziale indebolimento delle prospettive economiche, un disallineamento dei conti pubblici e ”le incertezze politiche nel medio termine, in particolare in riferimento alla continuazione e completamento delle riforme strutturali necessarie a rafforzare la competitiita’ e il pitenziale di crescita dell’Italia”.