Fitch avverte la Gran Bretagna. Rischia la perdita della AAA

15 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’agenzia di rating Fitch avverte la Gran Bretagna sul rischio di perdita della AAA nel medio periodo, a causa della limitata capacità di fare fronte a possibili shock nel mercato. L’alto livello di indebitamento e la possibilità di una ripresa inferiore alle stime, pesano sul quadro generale.

Outlook dunque modificato da “stabile” a “negativo, indicando una possibilità superiore al 50% che il rating massimo possa essere perso entro i prossimi 2 anni. La decisione segue quanto già annunciato da Moody’s appena un mese fa.

“Considerando l’incertezza che circonda l’outlook economico e delle finanze, inclusi i rischi collegati alle recenti tensioni nell’eurozona e al crescente deficit e indebitamento, l’outlook negativo indica una possibilità leggermente superiore al 50% di un downgrade entro i prossimi 2 anni”, si legge nella nota di Fitch.

La decisione arriva appena pochi giorni prima che il Cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, presenti il budget annuale.

Le autorità britanniche stimano un indebitamento che raggiungerà al massimo il 78% del Pil nel 2014/2015, ma poi dovrebbe calare negli anni successivi. Sebbene i numeri siano in linea con le stime di Fitch, l’agenzia di rating avverte che si tratta di livelli al limite sostenibile con un merito di credito AAA.