Fitch: ancora rischi di downgrade rating Europa

21 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Il rischio di nuovi downgrade dei rating dei debiti sovrani europei è ancora presente. Parola di Fitch Ratings, che ha ha aggiunto anche che il Portogallo potrebbe entrare in recessione quest’anno e che la Spagna dovrà ristrutturare il proprio sistema bancario.

L’agenzia ha precisato comunque che i paesi dell’area euro nel 2011 dovranno reperire sui mercati 1.842 miliardi di euro per finanziare i consistenti deficit e la quota di debito in scadenza. Si tratta di una flessione del 10,4% rispetto al 2010, che rappresenta l’anno record in termini di deficit pubblico per i paesi euro.

Le politiche messe in atto per rispondere alla crisi fiscale dell’eurozona sono al momento “ragionevolmente coerenti”, ha detto David Riley, responsabile del mercato dei debiti sovrani presso Fitch Ratings, parlando a Londra. Riley ha anche affermato che il rischio di una rottura dell’area euro rimane “contenuto”: detto questo, ci saranno dei periodici episodi di turbolenze nel mercato almeno gino a quando non si assisterà a un consolidamento fiscale e a una ripresa economica generalizzata.

Tornando ai downgrade, questi potrebbero colpire la Grecia, in assenza di una ripresa economica nel secondo semestre del 2011. A essere rivisto al ribasso potrebbe essere anche il rating della Spagna, nel caso in cui il costo per ricapitalizzare le banche si confermasse più elevato delle attese.