Fisco: scovati 13 mila evasori totali, “nascosti” 3,4 miliardi di Iva

21 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

È caccia aperta agli evasori totali. Nel periodo compreso tra il 1 gennaio del 2018 e il 31 maggio del 2019 la Guardia di Finanza ha scoperto 13.285 evasori totali, soggetti completamente sconosciuti al Fisco che non hanno mai pagato un euro di tasse e che hanno evaso complessivamente 3,4 miliardi di Iva. Numeri enormi, superiori al periodo precedente quando ne furono scoperti  12.824, che evidenziano quanto sia pervasivo il fenomeno dell’evasione fiscale, in tutte le sue forme. 

 Sono inoltre stati scoperti 42.048 lavoratori in nero o irregolari – anche questi in aumento (erano 30.818) – e sono stati denunciati 8.032 datori di lavoro.

Il dossier sull’attività delle Fiamme gialle nell’ultimo anno e mezzo, diffuso in occasione del 245esimo anno dalla fondazione del Corpo, evidenzia inoltre 15.976 reati fiscali (principalmente, emissione e utilizzo di fatture false, dichiarazioni fraudolente e occultamento delle scritture contabili) e denunce nei confronti di 18.148 soggetti. Nello stesso periodo ammontano a 16.807 le indagini delegate dalla magistratura e ad oltre 9,3 miliardi di euro le proposte di sequestro avanzate. Le misure patrimoniali eseguite sono pari a 1,5 miliardi di euro, mentre sono 525 le persone arrestate.

“In Italia c’è un problema serio che molti fanno finta di non vedere: i grandi evasori! Un governo che si definisce del cambiamento non può far finta di non vedere queste cose e deve intervenire per tutelare gli italiani onesti” ha commentato il vice premier Luigi Di Maio su Facebook, sottolineando che “non ci sono altre soluzioni: il carcere! Questa è la strada da intraprendere e questa è la strada che prenderemo!”