First Solar sottoscrive la Dichiarazione “2°C Challenge Communiqué”

29 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

First Solar, Inc. (Nasdaq: FSLR) ha sottoscritto la dichiarazione 2°C Challenge Communiqué, in previsione del vertice dei leader globali che si terrà a Durban, Sudafrica, per il prossimo round di dibattiti delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. “La nostra missione consiste nell’alimentare il mondo con energia elettrica pulita ed economica. Grazie alla riduzione dei prezzi registrata nel settore dell’energia fotovoltaica a partire dall’incontro di Copenhagen, le fonti energetiche rinnovabili godono ora di buone premesse per il raggiungimento della parità, rispetto ai combustibili fossili non sovvenzionati. Per promuove il compimento di ulteriori progressi verso una società a basse emissioni di carbonio, il cui fabbisogno sia interamente soddisfatto da fonti energetiche rinnovabili, esortiamo i leader a Durban a smettere di sovvenzionare i combustibili fossili e a stabilire un prezzo per il carbonio che sia sufficiente a dissuadere la gente dal bruciarlo”, ha spiegato David Eaglesham, Direttore Tecnologico di First Solar. Lanciata dal gruppo del Principe del Galles “Corporate Leaders Group on Climate Change (CLG)” e gestita e sviluppata dal “Programma per la Leadership nella Sostenibilità” dell’Università di Cambridge, la dichiarazione “2°C Challenge Communiqué” fa appello ai governi affinché superino l’impasse nelle trattative internazionali sul clima e adottino i provvedimenti necessari, a livello nazionale, onde garantire la transizione alla crescita verde e ad un’economia rispettosa del clima. Nella dichiarazione in oggetto si sostiene che, in caso di inazione, i governi “rischierebbero di danneggiare irrimediabilmente la loro credibilità”, mentre l’adozione dei debiti provvedimenti “garantirebbe un’economia a basse emissioni di carbonio più solida, più efficiente e meno vulnerabile ai grandi cambiamenti globali”. Senza un’intesa a livellocinternazionale, “le imprese non avranno la certezza o chiarezza necessaria in merito al da farsi per sfruttare appieno il proprio potenziale d’investimento”. First Solar, dal canto proprio, ha annunciato di recente il raggiungimento di un’importante pietra miliare, ovvero una produzione cumulativa di 5 gigawatt (GW), grazie ai suoi avanzati moduli solari a film sottile che complessivamente rilocalizzano 3,3 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 e rappresentano l’equivalente di 84 milioni di alberi piantati o 650.000 automobili tolte dalla circolazione. La domanda di energia solare continua tuttavia ad essere limitata in numerosi mercati, a causa dei prezzi artificiosamente bassi delle fonti energetiche tradizionali di origine fossile che emettono CO2 al momento della combustione per la produzione di elettricità. Secondo le stime più recenti dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (International Energy Agency), le sovvenzioni per il consumo di combustibili fossili a livello mondiale ammontavano a 409 miliardi di dollari nel 2010, rispetto ai 300 miliardi di dollari nel 2009, con sovvenzioni per i prodotti petroliferi equivalenti a quasi la metà dell’importo totale. Informazioni su First Solar, Inc. First Solar produce moduli solari che impiegano un’avanzata tecnologia per semiconduttori ed è uno dei principali fornitori di soluzioni fotovoltaiche complete. La società offre un’alternativa valida, sotto il profilo economico, all’attuale generazione di energia derivata da combustibili fossili. Dall’approvvigionamento di materie prime fino alla raccolta e al riciclaggio al termine della vita utile, First Solar promuove la creazione di soluzioni economiche per lo sfruttamento delle risorse energetiche rinnovabili che proteggono e migliorano l’ambiente. Per ulteriori informazioni su First Solar, visitare il sito web www.firstsolar.com. Per gli investitori di First Solar Il presente comunicato stampa contiene delle dichiarazioni aventi carattere di previsione, rilasciate ai sensi delle disposizioni di “porto sicuro” di cui alla Sezione 21E della legge statunitense Securities Exchange Act del 1934. Tali dichiarazioni non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le dichiarazioni implicano una serie di fattori in considerazione dei quali i risultati effettivi potrebbero discostarsi, in maniera sostanziale, da quelli previsti, tra cui rischi associati alle attività della società concernenti i prodotti della stessa società, il loro sviluppo e la loro distribuzione, fattori di natura economica e concorrenziale e le relazioni strategiche chiave intrattenute dalla società, e altri rischi illustrati in modo dettagliato nei documenti depositati dalla società presso la Securities and Exchange Commission. First Solar non si assume alcun obbligo circa l’aggiornamento delle informazioni aventi carattere di previsione riportate nel presente comunicato stampa, né rispetto agli annunci ivi descritti. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

First Solar – EuropaBrandon Mitchener, +32(0)[email protected] Junghanns, +49(0)30 [email protected] Solar – GermaniaSebastian Fasbender, +49(0)30 [email protected] Solar – Stati UnitiTed Meyer, +1 (602) [email protected] Bernheimer, +1 (510) [email protected] Friedman, +1 (602) [email protected] Solar – InvestitoriLucas Fairborn, +1 (602) [email protected]