Finmeccanica: torna il caso dei fondi neri, Guarguaglini indagato

22 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il presidente di Finmeccanica, Pier Francesco Guarguaglini è indagato per frode fiscale e false fatturazioni nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla procura di Roma su presunti fondi neri nella holding dell’aerospazio e della difesa. Lo scrivono i quotidiani La Repubblica e il Corriere della Sera.

Anche il responsabile delle relazioni esterne, Lorenzo Borgogni risulta indagato. L’iscrizione nel registro per Guarguaglini, scrive la Repubblica, “risale ai primi mesi dell’anno ma soltanto ieri se n’è avuta evidenza con la notifica agli indagati della proroga di indagine concessa ala procura dal Gip di Roma”.

Il caso fondi neri è esploso lo scorso anno, esattamente verso la fine di maggio del 2010: in quell’occasione Guarguaglini, smentì qualsiasi coinvolgimento, sia suo che della moglie Marina Grossi, amministratore delegato della controllata “Selex Sistemi integrati”, nell’inchiesta sui presunti fondi neri del gruppo aerospaziale e della difesa, affermando che lo stesso procuratore di Roma, dottor Ferrara, aveva smentito che ci fosse un’inchiesta su Finmeccanica.

In quell’occasione il presidente uno ribadì che aveva già “dichiarato precedentemente che Finmeccanica non ha assolutamente fondi neri, ne’ in Italia ne’ all’estero”.