Finmeccanica, MoU con Ferrovie Russe per piano pluriennale da 1,5 miliardi

26 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Finmeccanica e Ferrovie Russe (RZD) hanno siglato a Roma un Memorandum of Understanding per lo sviluppo industriale nell’ambito del segnalamento ferroviario, delle telecomunicazioni, dell’automazione e della safety & security. L’accordo ha per oggetto la fornitura, entro il 2020, di tecnologie per 100 stazioni, 100 veicoli e 50 linee ferroviarie per un valore complessivo che potrebbe superare 1,5 miliardi di euro. Finmeccanica, attraverso le società Ansaldo STS, SELEX Sistemi Integrati, SELEX Communications, Elsag Datamat e Telespazio, metterà a disposizione le capacità tecnologiche e l’esperienza nel settore dell’alta tecnologia per il trasporto ferroviario. L’accordo fa seguito al contratto firmato lo scorso anno tra Ansaldo STS e NIIAS (società controllata dalle Ferrovie Russe RZD) per la sperimentazione dell’innovativo sistema di segnalamento ferroviario ITARUS-ATC e prevede la costituzione di una joint venture tra Ansaldo STS (49%), società del Gruppo Finmeccanica, NIIAS (49%) e SM (2%), società controllate dalle Ferrovie Russe. L’intesa firmata si inquadra nel contesto degli accordi di cooperazione sottoscritti in ambiti intergovernativi tra Finmeccanica e Ferrovie Russe per lo sviluppo congiunto di progetti industriali ad alta tecnologia nei settori dei veicoli ferroviari, del segnalamento, delle telecomunicazioni e del telerilevamento satellitare. La cooperazione con le Ferrovie Russe rende ancor più significativa la presenza di Finmeccanica in Russia e conferma gli ottimi rapporti di collaborazione tra i due Paesi nel settore civile.