Finlandia potrebbe perdere la tripla A dopo 14 anni

11 Aprile 2014, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – Piano piano anche i paesi considerati più sicuri dell’area euro stanno perdendo il loro status creditizio di privilegio.

A luglio dell’anno scorso era stata la Francia a essere bocciata (da Fitch) ora potrebbe toccare presto alla Finlandia.

Il paese, considerato tra i virtuosi dell’area euro insieme ad Austria, Olanda e Germania, potrebbe essere privato della tripla A sulla qualità del credito da S&P.

Per via della sua crescita timida, le sue finanze pubbliche non sono più viste come un investimento sicuro come prima.

L’agenzia cita una domanda debole, che sta compromettendo i tentativi del governo di rallentare la crescita dei livelli di debito.

Per il momento il rating a lungo termine è rimasto di tipla A, ma l’outlook è stato tagliato a negativo da stabile.

L’economia è vista crescere dell’1% nel 2014 e 2016. La previsione precedente era di +1,4%.

Nel frattempo Fitch ha rivisto l’outlook sul credito portoghese a positivo, confermando il rating di BB+. Migliorate le stime sulla crescita a 1,3% ques’tanno e 1,5% nel 2015, in rialzo di molto dal +0,2% e +1% stimato in precedenza.