Finale attorno ai massimi per le borse europee

24 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Rimbalzo tecnico per le principali piazze del vecchio continente, dopo il recente scivolone sulle tensioni geopolitiche della Corea e sui timori per lo stato di salute del settore bancario irlandese. Oggi è stato annunciato il piano di austerity irlandese quadriennale da 15 miliardi di euro, messo a punto in cambio degli aiuti internazionali agli istituti di credito di Dublino. La manovra dovrà ora passare al vaglio del Parlamento per ottenerne l’approvazione. Relativamente alle critiche mosse sull’inattendibilità degli stress test condotti lo scorso luglio sulle banche europee, il presidente della Commissione Ue, Juan Manuel Barroso, ha affermato che “i test sono stati condotti sotto la supervisione delle autorità nazionali di vigilanza, la Ue non aveva alcuna competenza”. La nuova regolamentazione europea che, entrerà in vigore nel 2011, prevede la creazione di 3 nuove agenzie europee di vigilanza, di cui una sul sistema bancario, ha ricordato Barroso. Dal canto suo il Portogallo sciopera per manifestare il proprio dissenso nei confronti del pacchetto di misure di austerità che il governo si appresta a varare. Il Cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha ribadito davanti al Parlamento che la situazione della Zona Euro è estremamente delicata, nonostante Junker abbia smorzato oggi le preoccupazioni affermando che l’euro non è in pericolo. Dal fronte macro sono giunte notizie incoraggianti dall’IFO tedesco. L’indicatore anticipatore del sentiment in Germania e nell’Eurozona è salito a sorpresa a 109,3 punti dai 107,6 del mese precedente, superando il consensus che indicava un calo a 107,4. Sul fronte valutario timido recupero per l’euro a 1,3371 usd, dopo lo scivolone dei giorni scorsi. Bruxelles ha chiuso con un rialzo dello 0,28% a 2591,44 punti, Zurigo con un incremento dello 0,92% a 6452,48 punti, Parigi con un vantaggio dello 0,68% a 3749,75 punti ed Amsterdam con un progresso dello 0,74% a 337,31 punti. Bene anche Francoforte +1,72% a 6820,23 punti, Londra +1,34% a 5656,04 punti e Madrid +0,34% a quota 9724,8. A livello settoriale prosegue il rally dell’auto (+3,62) mentre limano qualche punto le utilities.