Società

FIDUCIA AL MATTONE, FUGA DALL’AZIONARIO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

A giugno i risparmiatori si sono dichiarati ancora ottimisti sul futuro dell’economia, pur mostrando maggiore cautela rispetto a marzo scorso e più timore nell’investire nel mercato azionario. E’ ciò che emerge dai risultati dell’ultima rilevazione dell’indice di Soldi Sette sulla fiducia dei consumatori italiani, realizzata da Altroconsumo.

Con INSIDER puoi guadagnare in un mese piu’ del tuo stipendio di un anno. Clicca sul
link INSIDER

Il valore dell’indice, che registra ogni tre mesi le aspettative sul futuro dell’economia e degli investimenti, è sceso a quota 107,5 da 114,4 del marzo scorso, attestandosi ancora oltre la metà tra il minimo di 0, che indica l’assoluto pessimismo, e il massimo di 200, sfrenata euforia.

Se globalmente la percezione sul futuro dell’economia si situa ancora in area ottimista, pur ridimensionandosi, colpisce il dato sulla voglia di investire, che tocca i minimi storici, registrando 108,5 da 114,4. Spaventa soprattutto il mercato azionario sceso da 110,3 a 102,3. Si conferma tutto sommato la fiducia nel mattone e nel reddito fisso, attestati rispettivamente a giugno su 107,2 e 107 (tre mesi fa erano a 107 e 109,4).

“Questa settimana tutti i segnali macroeconomici sono rassicuranti, a differenza di qualche giorno fa” – afferma Vincenzo Somma, direttore di Soldi Sette. “Le Borse sono scese nell’ultimo periodo, ma non si può parlare di crollo e possono presentarsi opportunità per gli investimenti” conclude Somma.

La rilevazione dell’Indice di Soldi Sette è effettuata trimestralmente, attraverso un campione di risparmiatori, intervistati telefonicamente sulle aspettative di evoluzione della propria situazione finanziaria nei 12 mesi successivi.