Fiat guarda oltreoceano, Alfa sempre più ambita

31 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Sarà un autunno ricco di impegni per Fiat. Innanzitutto ci sarà da preparare il ritorno del brand negli autosaloni statunitensi dopo quasi trent’anni di assenza. Ieri a Detroit sono stati convocati oltre 400 mila dealers Chrysler per pianificare nei dettagli ogni mossa, dal marketing alla disposizione delle auto (spazi appositi per Fiat o tutti i brand Chrysler insieme?). I concessionari, come riporta MF, avranno tempo fino al 22 settembre per dare una risposta definitiva al Lingotto, che invece dal suo canto ha le idee chiare: far sbarcare in USA 50 mila 500 entro la fine del 2011, introdurre il modello elettrico a partire dal 2012. E poi c’è la questione Alfa Romeo, tanto ambita dal colosso tedesco Volkswagen. Perchè non è vero che il marchio non è in vendita. Secondo Il Corriere della Sera, a confermare il tutto ci sarebbero voci alquanto autorevoli: Automotive News Europe, Handesblatt, le dichiarazioni di Giorgetto Giugiaro su Quattroruote. Il fatto è che, secondo le ricostruzioni delle succitate fonti, l’Alfa potrebbe prendere destinazioni ben più lontane, addirittura la Cina.