FIAT: DUE IDEE
PER GLI INDECISI

8 Agosto 2007, di Redazione Wall Street Italia

FIAT: DUE IDEE PER GLI INDECISI

Cosa si può chiedere ancora ad un titolo che è cresciuto del 380% in due anni? E quanto si rischia se si decide di salire oggi sul carro dei vincitori? Da due certificati di investimento arrivano le risposte.

*Pierpaolo Scandurra è Managing Director di www.certificatiederivati.it. I suoi commenti non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
Sono trascorsi poco più di due anni dall’aprile del 2005 e da quell’acquisto di un milione di azioni Fiat effettuato dall’allora amministratore delegato Marchionne ad un prezzo inferiore ai 5 euro. Un atto di smisurata fiducia evidentemente ben ripagato da una quotazione che il 13 luglio scorso ha raggiunto i 24,09 euro e che solo nell’ultima settimana, dominata dalle vendite su tutti i listini internazionali, è scivolata a ridosso dei 20 euro. Per chi avesse ancora il desiderio di salire sul carro dei vincitori ( impossibile non definirlo così dopo un +380% di rialzo) Banca Aletti mette a disposizione in questi giorni due certificati di investimento a capitale parzialmente protetto.

Il primo, sottoscrivibile fino al 29 agosto con un importo minimo di 100 euro ,è un certificato con protezione parziale del capitale della durata di tre anni. Il Borsa Protetta con Cap, (questo il suo nome commerciale) consente all’investitore di partecipare alla performance positiva del titolo Fiat, senza effetto leva e con l’unica condizione di un Cap, ovvero un tetto massimo al rendimento fissato al 31%, e di proteggere nella misura del 95% il capitale investito in fase iniziale. La presenza di un Cap si rende necessaria , nell’analisi della costruzione del prodotto, per l’alto livello di protezione e il coefficiente di partecipazione integrale al rialzo, supportati in maniera insufficiente dai pochi o nulli dividendi distribuiti dal titolo. Ricordiamo infatti, a beneficio di chi solo recentemente si sta avvicinando al segmento dei certificati, che le opzioni di protezione del capitale o qualsiasi altra opzione accessoria alla semplice replica del sottostante, vengono finanziate con i dividendi distribuiti dal titolo o indice su cui viene costruito il certificato. Pertanto, maggiori sono i dividendi a cui si “rinuncia” e migliori saranno le garanzie che si riceveranno in cambio. Codice ISIN IT0004254667

Tornando all’analisi delle proposte, la stessa emittente ha avviato in questi giorni le quotazioni al SeDeX di un Borsa Protetta della durata di un solo anno, con partecipazione totale al rialzo e protezione del capitale corrispondente ai 20 euro di quotazione del titolo. Questo certificato, che aveva attirato la nostra attenzione per le caratteristiche di emissione, nel momento in cui ci siamo avvicinati al book di negoziazione ha perso appeal e risulta meno attraente: con una quotazione del titolo a 20,50 euro, viene infatti offerto dal market maker a 22,26 euro, con un premio dell’8,5%. Ne deriva che acquistando il certificato, a fronte di una perdita del 2,44% del titolo, si subirà a scadenza una perdita del 10%. Ma anche in caso di scenario positivo del titolo, non si riuscirà a realizzare un guadagno fino a quando Fiat non supererà i 22,26 euro necessari per l’acquisto del certificato.

Va tuttavia rilevato come anche in caso di discesa del titolo del 50%, la perdita massima che si potrà subire dal certificato resta ancorata a quei 20 euro di livello protetto. In conclusione, se si ha intenzione di investire sul titolo con la garanzia di non perdere più del 10% senza per questo avere alcun limite al guadagno, si può puntare sul Borsa Protetta, con la consapevolezza che questa protezione costa l’8,5%. Molto interessante in fase di emissione, molto meno in quotazione. Codice ISIN IT0004251697

Copyright © www.certificatiederivati.it per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved