Ferrari chiude un semestre molto positivo

27 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La Ferrari non vince solo in Formula 1, come confermano i buoni risultati delle vendite del primo semestre. Il Consiglio di Amministrazione della Ferrari, riunitosi oggi sotto la Presidenza di Luca di Montezemolo, ha approvato i risultati del secondo trimestre 2010. I ricavi della Ferrari sono stati di 488 milioni di euro (+8,6% rispetto al secondo trimestre dello scorso anno), una crescita sostenuta dall’ottimo andamento della Ferrari California, dal grande successo della 458 Italia e della 599 GTO e dall’ulteriore sviluppo del programma di personalizzazione. Nel secondo trimestre il numero di vetture consegnate alla rete è cresciuto del 2,6%, rispetto allo stesso periodo del 2009, raggiungendo le 1.615 unità. I maggiori ricavi del periodo, oltre alla costante ricerca di efficienze interne, hanno consentito alla Ferrari di ottenere un utile della gestione ordinaria di 77 milioni di euro, con un incremento significativo pari al 10%. Per quanto riguarda i risultati dei primi sei mesi i ricavi sono stati di 903 milioni di euro (891 nello stesso periodo del 2009). Le vetture consegnate ai concessionari sono 3.200, con un aumento del 2% nel periodo di confronto. L’utile della gestione ordinaria nel semestre è pari a 116 milioni di euro contro i 124 milioni di euro nei primi sei mesi del 2009. Su base semestrale da registrare anche un flusso di cassa industriale estremamente positivo pari a 124 milioni di euro. Relativamente ai mercati arrivano importanti primi segnali di ripresa degli Stati Uniti dove la Ferrari ha registrato un aumento del 10%; continua la crescita in Cina con un incremento di oltre il 20%, un valore destinato a migliorare ulteriormente nei prossimi mesi. Il 2010 si prospetta molto positivo dopo la sostanziale tenuta del 2009.