Fed, Beige Book: segnali di miglioramento ma l’immobiliare arranca

1 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel periodo compreso tra meta’ ottobre e meta’ novembre e’ stato registrato un costante milgioramento dell’attivita’ economica in 10 di 12 distretti analizzati. Nella meta’ dei casi il passo della crescita e’ stato modesto mentre nel resto dei casi intenso. Cosi’ il Beige Book della Fed, il rapporto sullo stato di salute delle principali regioni del Paese.

Nel dettaglio Boston, Cleveland, Atlanta, Dallas e San Francisco hanno registrato un incremento modesto dell’attivita’ economica. Meglio e’ andata a New York, Richmond, Chicago, Minneapolis e Kansas City. Segnali misti a Philadelphia e St. Louis.

L’attivita’ manifatturiera ha fatto passo avanti in tutte le 12 aree metropolitane analizzate con un ottimo andamento del settore auto e della produzione di metalli.

Il mercato immobiliare resta “debole” con gran parte dei distretti che hanno subito un indebolimento nelle passate sei settimane. L’attivita’ di prestito e’ stabile. Idem per la qualita’ del credito.

I prezzi finali di beni e servizi si sono mantenuti costanti nonostante l’aumento dei costi legati per esempio a materie prime agricole, metalli e carburanti.

Qualche indicazione positiva dal mercato del lavoro dove le assunzioni non sono mancate in alcune regioni.